E' dimostrato: il caffè verde aiuta a perdere peso

29 Dicembre 2014

Il caffè verde altro non è che caffè non sottoposto al processo di torrefazione e per questo molto ricco di antiossidanti che possono aiutare nel controllo della glicemia e del peso corporeo

Quando si parla di caffè verde si pensa subito ad una sostanza più o meno magica in grado di far sparire i kg di troppo: in effetti il caffè verde è sempre più impiegato per la realizzazione di integratori e prodotti per aiutare nella perdita di peso; si ottiene a partire dal chicco del caffè non sottoposto al processo di torrefazione, ha un bel colore verde smeraldo ed, evitando la tostatura, dai semi si ottengono le polveri e gli estratti utilizzati in fitoterapia. Il processo di torrefazione si realizza ad elevate temperature e il calore determina la distruzione di molti principi attivi, in particolare antiossidanti responsabili delle proprietà benefiche del caffè verde che non è una sostanza magica, ma sicuramente vanta delle interessanti proprietà e può rivelarsi un aiuto prezioso nella lotta ai kg di troppo.

Durante il National Meeting & Exposition of the American Chemical Society del 2013 un gruppo di studiosi ha presentato un lavoro di ricerca che ha messo in luce le proprietà salutistiche del caffè verde: i ricercatori hanno acceso l’attenzione sugli antiossidanti del caffè verde e in particolare sull’acido clorogenico che sembra essere in grado di tenere sotto controllo i livelli di glicemia, ovvero riesce ad evitare bruschi innalzamenti degli zuccheri circolanti. Livelli circolanti troppo alti di zuccheri dovuti a un’assunzione calorica sbagliata - una glicemia in pratica simile a quella che si può riscontrare nei pazienti diabetici – determina infatti un’eccessiva secrezione di insulina, l’ormone che deve garantire la distribuzione del glucosio a tutte le cellule del corpo: il super lavoro dell’insulina, alla lunga, non riesce a garantire una corretta assimilazione del glucosio e conduce alla comparsa della resistenza all’insulina stessa e quindi al diabete di tipo 2.

Molti studi scientifici hanno anche evidenziato che proprio la resistenza all’insulina sta alla base dell’obesità e alla difficoltà nella perdita di peso. Altri studi hanno anche comprovato come l’estratto del caffè verde, in virtù della presenza di acido clorogenico e di numerosi altri antiossidanti, riesce a favorire la perdita di peso. Un piccolo studio, in particolare, ha dimostrato che l’assunzione di un estratto di caffè verde da parte di persone obese, durante 22 settimane di trattamento, ne ha favorito un calo ponderale del 10%.

Oltre agli antiossidanti, anche le metilxantine contenute nel caffè verde sono in grado di favorire un’azione lipolitica, ovvero innescano la mobilitazione degli acidi grassi a partire dagli adipociti (ovvero le cellule ripiene di grasso). Naturalmente i grassi una volta mobilitati vanno bruciati e per farlo non c’è metodo migliore che tanta attività fisica soprattutto di tipo aerobico: per questo bisogna camminare, correre, pedalare, nuotare.

Il caffè verde, dunque, insieme ad una dieta bilanciata e al regolare svolgimento dell’attività fisica, può aiutare a smaltire più facilmente i kg in più.

Nessuno degli studi finora condotti ha segnalato effetti collaterali particolari dell’estratto di caffè verde, per questo il suo uso è ritenuto sicuro. Bisogna precisare, tuttavia, che non ne è stata mai verificata la sicurezza di utilizzo in gravidanza, allattamento, nei bambini e nelle persone con disturbi renali ed epatici.

 

L'offerta di FarmaSalute

Caffè verde Specchiasol ricco di antiossidanti
Un aiuto naturale e gustoso nella lotta ai chili di troppo.

Approfitta degli sconti fino al 33%!
E se spendi almeno 50 euro, la consegna è gratis.

A cura di Federico F. Salute - Seguimi anche su Google+